Diuretici naturali per la pressione alta

Panoramica

Probabilmente avete sentito la frase “conservare l’acqua”, di solito in riferimento a gonfiori scomodi o poco attraenti. Tuttavia, la ritenzione idrica può anche avere l’effetto più grave di elevare la pressione sanguigna. Secondo l’ipertensione-Bloodpresssure-Center, il sodio alimentare contribuisce spesso a questa ritenzione di liquidi, chiamata anche edema. Il medico può prescrivere un farmaco diuretico, che agisce per aumentare la minzione e sciacquare questo liquido in eccesso. Un altro mezzo per affrontare la ritenzione di liquidi è attraverso diuretici naturali, trovati sia in forma di dieta o supplemento. Mentre questi approcci naturali non sono sostenuti da prove scientifiche sufficienti, molti sono stati utilizzati da secoli.

Dente di leone

Questa erba comune è una delle diuretiche naturali più utilizzate e può essere mangiata, preparata come tè o inclusa in un integratore. A differenza di molti diuretici prescritti, il dente di leone non esaurisce i depositi di potassio del corpo, secondo HighBloodPressureInfo.org. Tuttavia, MedlinePlus riferisce che il dente di leone ha avuto risultati misti negli studi sugli animali e non è supportato da dati umani significativi. Inoltre, il dente di leone può avere interazioni farmacologiche indesiderate con antiacidi e alcuni antibiotici, secondo HighBloodPressureInfo.org.

Prezzemolo

Il prezzemolo è un altro diuretico naturale con un beneficio risparmio di potassio, secondo HighBloodPressureInfo.org. Questa erba culinaria è effettivamente alta in potassio, quindi aiuta a ricostituire l’alimentazione del corpo anche se aumenta la minzione. Anche se il prezzemolo può essere facilmente aggiunto ad una varietà di cibi, HighBloodPressureInfo.org riferisce che è più efficace quando viene preparato come un tè. Utilizzare il prezzemolo con cautela, in quanto potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento, secondo health-care-tips.org. Anche il prezzemolo non è raccomandato per le donne in gravidanza.

Seme di sedano

Oltre ad essere uno dei più potenti diuretici naturali, il seme di sedano aumenta anche il flusso sanguigno nel suo ruolo di vasodilatatore, secondo HighBloodPressureInfo.org. Infatti, il seme di sedano contiene il suo composto specifico diuretico, chiamato 3-n-butilftalide. Anche se il seme di sedano può essere mangiato, può anche essere preso in forma di capsula. Gli effetti collaterali potenziali del seme di sedano includono la fotodermatite (reazione allergica alla luce solare) e la reazione allergica, secondo l’Università di Maryland Medical Center.