Carenze nutrizionali nell’alcolismo

Panoramica

Le persone che sono addicted all’alcool possono diventare gravemente carenti nelle importanti vitamine e minerali di base, che influiscono direttamente sulla loro salute. Gli individui che consumano più del 30 per cento delle loro calorie come alcol hanno il rischio maggiore, in particolare per le carenze nella tiamina e nella vitamina A. Gli integratori possono spesso aiutare, ma la scelta migliore è il trattamento per l’alcolismo.

tiamina

Alcuni alcolisti sviluppano una carenza di tiamina (vitamina B1), che può portare ad una malattia alcolica del cervello conosciuta come sindrome di Wernicke-Korsakoff (WKS). Una carenza di tiamina causata dalla malnutrizione è rara nei paesi sviluppati, ma si verifica tra gli alcolisti. Secondo Peter R. Martin e colleghi nel loro articolo per l’Istituto Nazionale per l’abuso di alcol e l’alcoolismo sulla carenza di tiamina nella malattia alcolica del cervello, gli studi di autopsia hanno mostrato anomalie cerebrali simili a WKS nel 13 per cento degli alcolisti. “L’encefalopatia di Wernicke è la prima parte di WKS e provoca confusione, paralisi dei nervi degli occhi e difficoltà di movimento. Fino al 90% di quelli con l’encefalopatia di Wernicke sviluppano la psicosi di Korsakoff, che provoca deficit di memoria e comportamenti anormali. Se la diagnosi di WKS viene effettuata prima che si verifichi un grave deterioramento, la tiamina orale o iniettabile può indebolirla.

Vitamina A

Alcoolici possono essere carenti di vitamina A. Di conseguenza, un individuo può sviluppare il fegato grasso, uno stadio di malattia al fegato alcolico. Se la malattia epatica progredisce, la persona può sviluppare cirrosi epatica e necessita di un trapianto di fegato per sopravvivere. La supplementazione con supplementi di vitamina A non è generalmente raccomandata a meno che l’alcolista si impegni attivamente a smettere di bere, perché la combinazione di vitamina A e alcool può essere tossica.

Deficienze minerali

Alcoolici possono essere carenti in importanti minerali, tra cui ferro, calcio e zinco. Bassi livelli di ferro possono causare anemia. Una carenza di calcio (ipocalcemia) può causare malattie ossee, mentre livelli insufficienti di zinco possono portare a lesioni cutanee e alla cecità notturna.